Ambiente di vendita

EuroCIS diventa la fiera leader per la tecnologia destinata al retail

EuroCis_RetailIntelligence

La fiera EuroCIS si celebra ogni due anni e si alterna con EuroShop nella cittá di Düsseldorf. In entrambe le occasioni, la cittá riunisce i differenti protagonisti del settore del retail con l’obbiettivo di scambiare opinioni, presentare le ultime tendenze e venire a conoscenza nuove opportunitá di mercato. In piú, molte marche usano i grandi spazi e gli stand duplex offerti dalla fiera insieme alla serie di attivitá interattive proposte, per attrarre e fidelizzare il cliente.

Quest’anno, si ha celebrato un nuovo inzio di EuroCIS, in questo caso infatti l’edizione era incentrata su quello che il gergo del settore chiama “parte dura o fisica” ovver l’hardware. Nonostante la presenza di questi era molto elevata, diverse aziende hanno proposto soluzioni innovative e audaci combinado l’hardware con un apposito software disegnato a proposito per completare la funzione.

Ma adesso concentriamoci sul motivo di tanta innovazione nel mondo del retail.

Negli ultimi anni, abbiamo osservato come i retailer si sono maggiormente interessati ai telefonini. I tablets e gli smartphones sono sempre piú utilizzati, non solo per ottenre informazioni sui clienti ma anche per la loro natura di essere strumenti mobili e versatili. Perció, gli espositori di EuroCIS hanno esposto soluzione che utilizzano l’uso del cellulare all’interno del punto vendita.

In accordo con diversi studi di mercato, comeThe mobile POS Effect e gli americani RIS Retail Info Systems, molti retailer stanno inziando a prendere in considerazione le molte opportunitá offerte dall’ utilizzo dei telefoni cellulari all’interno del commercio e giá quasi un 65% di essi ha deciso di utilizzarli effettivamente.

Oggi i dispositivi mobili hanno principalmente due funzioni per il retail. Da un lato, servono come estensione del retail stesso, peró offrono una versione piú oggettiva re sicura riguardo i risultati che possono servire per migliorare la redittivitá del punto di vendita (traffico pedonale, lo stock, il profilo del consumatore, etc.

In questo caso TC Group ha presentato EuroCIS una nuova applicazione che consiste in un pannello di controllo configurabile dove é possibile visuallizare e confrontare i principali indici di performance (KPI) dei negozi: quanti clienti entrano, il traffico esterno, l‘indice di attrazione e conversione, la fatturazione, il tempo medio di permanenza nel negozio e la capacitá di esso, tra motli altri. Dopo il successo del software TC Analytics, sviluppato da TC Group e que é giá utilizzato da marche quali Vodafone, Orange, Bóboli, Custo, Nice Things y El Ganso e altre, la nuova applicazione é un buon esempio dell’evoluzione delle nueve necessitá richieste dal mondo del retail.

TC_Group_Solutions_EuroCIS_RetailIntelligence-1024x768

Dall’altro lato, oggi i dispositivi mobili sono anche utilizzati per accedere ai dati del cliente, demografici e riguardanti il suo comportamento ma a anche tutte le specificazioni riguardanti il prodotto. Grazie a queste informazioni, il retailer ottiene una visuale di carattere qualitativo che gli permette di offrire al consumatore un’esperienza migliore attraverso consigli o consulenze mirate e personalizzate.

In questo caso l’astuzia e l’inventiva delle aziende é a dir poco soprendente. Per esempio Scala!, a cui dedicheremo un’intervista, che propone soluzioni tecnologiche per il retail ponendo al centro dell’intera strategia lo smartphone. Attraverso il cellulare le marche e i loro retailer posso acelerare l’acquisto e il processo decisionale, mantenendo la fiducia del cliente offrendo promozioni mirate, etc.

Oggi andare a fare shopping é un concetto completamente diverso di quello che era cinque anni fa, oggi andare a fare shopping é molto piú simile a comprare un prodotto tramite il canale di vendita elettronico. In ogni caso non disprezziamo il commercio elettronico perché ormai é diventato fondamentale dato che ci troviamo in un ambiente creato dalla tecnologia e dalle nuove abitudini dei consumatori e tutto ció ha portato alla creazione della nuova strategia omnichannel.

Sul tema dell’omnichannel si é concentrata la maggior parte delle conferenze que son state tenuta alla fiera, e c’era anche una area adibita solo a ció.

Omnicanal_EuroCIS_RetailIntellgience-1024x576

Al momento, solo alcuni provider IT hanno le proprie applicazioni sul punto di entrare nel mercato. Nonostante ció, abbiamo visto diversi progetti di punta in pieno sviluppo. La pressione data dalla nuova edizione di EuroCis ha dato inizio ad un nuovo ritmo che va supportato dall’utilizzo dei telefoni cellulari, le soluzioni tecnologiche all’interno del punto di vendita, a favore del retailer o del consumatore soprattutto nel settore moda, sportivo ed elettronico e tutto ció solo in pochi anni.

I dati raccolti all’interno di questa nuova edizione EuroCIS evidenziano un maggior interesse da parte del pubblico. Il numero di visitatori ha infatti superato quello sperato e ha quasi raggiunto i 10,400 (l’edizione precedente ha contato 9,000 visitatori) que vengono da 87 paesi diversi principalmente Germania, Regno Unito, Belgio, Italia, Austria e Svizzera. Ci furono tra l’atro 411 espositori contro i 320 dell’anno passato, provenienti da 29 paesi.

“Questa edizione di EuroCIS ha avuto un risultato estremamente positivo. EuroCISé diventata la fiera leader per quanto riguarda il settore della tecnologia nel retail. Questo é stato reso possibile principalmente grazie al fatto che é l’unica fiera che riflette lo sviluppo dinamico delle tecnologie nel retail e in piú nessuna offre una vision tanto completa su tutto l’ambiente del retail“, queste sono le parole del propietario del recinto dove ha luogo EuroCIS, Messe Düsseldorf, Hans Wernes Reinhard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *