Ambiente di vendita

Migliorare il punto vendita, primo step

Il capitolo di oggi é il primo della brave guida per l’ottimizzazione del punto vendita e parleremo dell’importanza di un rilevatore del traffico esterno.

Oggi, quando una compagnia ha intenzione di aprire un nuovo negozio, gli elementi che deve tenere in considerazione sono diversi. Ad esempio, il motivo o il concetto dietro a questa apertura, le disposizione della merce in vetrina, la logistica e il tipo di strategia di marketing che si vuole attuare. In aggiunta é ritenuta sempre piú importante la posizione fisica del punto vendita, questo é dovuto al fatto che il Visitor Conversion Rate, ovvero l’indicatore che identifica quanti potenziali clienti sono effettivamente entrati nel negozio, é da considerare una nuova importante KPI da non sottovalutare nel settore del retail.

Un lettore del traffico esterno permette di capire se la posizione del punto vendita é efficace o mene. Inoltre, aiuta ad identificare le zone piú trafficate e visitate della cittá concentrandosi in quale strada, incontro o marciapiede il numero di persone é abbastanza elevato da rendere possibile l’apertura di un’attivitá. Con queste informazioni é possibile anche capire se il costo d’affitto del negozio é onesto o se si ha la possibilitá di negoziare.

Un esempio di compagnia che si é affidata al rilevatore di traffico esterno creato da TC Group Solutions é la Danone. Questa nel 2014, si é avvalsa del lettore in modo tale da captare il passaggio dei pedoni ed attuare una dislocazione dei retail coerente con la redditivitá delle singole postazioni.

Inoltre, spostando l’attenzione sulle vetrine che abbiamo citato antecedentemente, un rilevatore del traffico esterno é in grado di riconoscere quante persone sono attratte e successivamente si fermano davanti alla vetrina del negozio. Perció permette di valutare l’efficacia del display e oltretutto puó anche estimare la capacitá di intrattenimento di una campagna pubblicitaria. In generale stima la potenzialitá del contenuto visuale del negozio nell’attrarre un passante e far sí che si converta in visitatore e possibilmente consumatore. Non meno importante é la possibilitá di sapere se la presenza di barriere fisiche esterne, quali alberi o panchine, etc, che ostruiscono la visibilitá del negozio o rendono difficile il suo raggiungimento.

Tutti questi dati sono raccolti in un periodo di 24h perció sono realmente attendibili e precise. Come abbiam visto sono utilissime per ottimizzare e migliorare le prestazioni del negozio e regolare le strategie in base alle informazioni raccolte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *