Ambiente di vendita

L’efficacia della differenziazione

Il primo step per un retail in un ambiente competitivo come quello della vendita al dettaglio, é fare in modo che il punto vendita e l’esperienza di compera sia qualcosa di diverso ed interessante. Perció la differenziazione é la chiave per avere successo in questa industria.

Come affermato da Cognodata Consulting, ci sono diversi servizi e meccanismi che un retailer non puó saltare nel creare una shopping experience attrattiva. Tali quali unire le attivitá del negozio fisico con quelle della piattaforma online, creare una community ed avvantaggiarsi delle soluzioni tecnologiche che possono aiutare la compagnia a capire meglio il comportamento del cliente e raccogliere big data.

Prendendo in cosiderazione un negozio di piccole dimensioni con risorse sufficienti una buona raccomandazione é fornire l’opzione della shopping delivery a casa, per piccole compere ed in meno di due ore. Questo tipo di servizio sará percepito come un lusso esclusivo e aiuta a conquistare la lealtá del consumatore.
In piú, é un passo intelligente dare la possibilitá al consumatore del comprare online e successivamente ritirare la merce al punto vendita. In questo modo, i clienti non devo preoccuaprsi di essere in casa e disponibili nell’orario della consegna.
Parlando ancora della shopping experience, é una buona opzione rendere possibile l’opzione “scan as you shop” ovvero l’introduzione di un apparato completo di applicazione che permette al cliente di scannerizzare direttamente da solo gli articoli cosí da creare giá uno scontrino virtuale ed evitare la lunga e tediosa operazione di svuotare e riempire di nuove le borse.

Ultimamente nei grandi spazi commerciali americani si sta affermando il trend di offrire al consumatore uno spazio apposta dove venogno forniti dei prodotti tester in modo tale da permettere al cliente di provarli e decidere di conseguenza cosa comprare. Questo servizio é particolarmente efficace per settori quali la cosmetica e la tecnologia e offre al consumatore un’esprienza di compera molto personale.
Parlando di personalizzazione della shopping experience, i punti vendita dovrebbero implementare e migliorare le operazioni di cross-selling in modo tale da renderle il piú personalizzate possibili e di conseguenza attirare facilmente il cliente.

Per ultimo, peró non meno importante, dato il fatto che i consumatori oggigiornio sono costantemente collegati ai nuovi strumenti tecnologici e con l’avvento dell’internet 3.0, i retailer dovrebbero avvantaggirsi delle nuove tecnologie create appositamente per l’industria. Tecnologie quali una camera per il riconoscimento facciale, il sensore di movimento ed il collegamento Wifi permettono al brand di comprendere al meglio il consumatore in modo tale da conoscerlo a fondo e sfruttare le informazioni per attrarli e renderli fedeli alla marca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *