Ambiente di vendita

€48 milioni é il valore della moda Made in Italy

Nel 2015, le esportazioni derivate dalla moda italiana, in cui vengono inclusi abbigliamento, accessori e calzature hanno raggiunto l’ammontare di €48 milioni, un equivalente del 2% rispetto al precendete anno. Le destinazioni predilette sono Francia con un totale del 10,6%, Germania con il 9,2% e gli Stati Uniti con l’8,4% come stimato dall’ISTAT.

Sempre secondo i dati pubblicati dalla Camera di Commercio Italiana, le categorie che hanno avuto piú successo sono state: le linee destinate all’arredamento di casa, camicie, magliette, intimo e pelliccie che all’incirca sono salite del 4%; poi tappeti, pelle, borse e beni per viaggiare con il 3% ed infine le calzature che son cresciute del 2%.

Mentre per quanto riguarda i partner di mercato gli USA sembrano apprezzare maggiormente prodotti come il lino, la linea home e le pelliccie; Hong Kong che si aggiudica il titolo della top destination in termini di filato e sports wear; la Germania preferisce i filati madeinitaly; la Romania é la maggior destinazione per passementerie e bottoni; mentre la Francia si aggiundica il titolo per l’abbigliamento in generale ed in particolare per prodotti quali camicie, magliette, intimo, knitwear, tappeti e calzature. Altri paesi che partecipano a favorire il mercato italiano sono la Korea del Sud, la Cina, il Regno Unito ed il Giappone.

I beni italiani esportati vengono principalmente prodotti nelle provincie di Milano, Firenze e Vicenza, zona per altro conosciuta per l’industria tessile che in questa area ha un passato storico ed é insediata stabilmente da molti anni. Le cittá che hanno avuto la crescita maggiore sono: Reggio Emilia +7,6%, Bologna + 7,2% e Vicenza +6,5%. Per quanto riguarda le regioni, la Lombardia si accredita l’esportazione di beni con un valori di €11,8 milioni, un quarto del totale Italiano. In Lombardia risede la capitale della moda Italiana e leader del settore Milano e la segeuono per importanza Como, Varese, Bergamo e Mantova. La Lombardia esporta all’interno della nazione lino per interni, passementerie, pizzo e tessuti che contano per il 40% e maglieria per il 32%.

Questi sono numeri importanti soprattuto se si pensa che in questi giorni, precisamente dal 21 al 26 di Settembre, sta avendo luogo la Milan Fashion Week in cui verrano mostrate le collezioni Primavera/Estate 2017 a cui parteciperanno i piú grandi nomi della moda italiana tanto quanto internazionale.

Fonte: Fashion Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *