Ambiente di vendita

Come attirare i clienti?

Fare shopping online è più comodo, veloce e semplice, allora com’è possibile che i negozi fisici esistano ancora? Semplicemente perchè l’ e-commerce non è sufficiente, soprattutto per quelle generazioni non facenti parte dei nuovi consumatori dai Millennials in avanti.

Inoltre, i retailer brick-and-mortar hanno adottato divers misure di sicurezza per far fronte alla popolarità dello shopping online. Dalle grandi catene ai negozi indipendenti, i retailer di tutti i tipi curano ogni aspetto del design, dalla musica alle decorazioni, al window display e il visual merchandising adottando perfino tecniche di marketing sensoriale, allo scopo di attirare più clienti ed incrementare le vendite. Per esempio? Ecco alcuni tips:

La grande insegna “Sale” che per la risalta nelle vetrine e grida la presenza di saldi anche quando in realtà gli articoli scontati sono solo pochi. Anche il colore rosso non è usato a caso infatti, come citato da Shopify, il pubblico reagisce più in fretta e con più convinzione a questo colore ed entra nel negozio anche se in realtà non avrebbe bisogno di comprare nulla.

Un altro trucco è l’offerta limitata ovvero l’agognata ‘limited edition‘ che da parvenza di essere esclusiva e chiama in causa l’urgenza di averla perché altrimenti terminerà prima che il consumatore abbia la possibilità di acquistarla. Questo crea nel cliente anche l’illusione di un’offerta irripetibile che non può assolutamente perdersi quando in realtà è probabile che l’articolo appartenga a stocks invendibili di molte stagioni addietro.

Secondo Idea Finder, nel 1930 un ingegnoso dirigente di una catena di supermercati ebbe l’idea di disegnare i comunissimi carrelli della spesa in modo da permettere ai suoi clienti di fare spese di grandi quantità più facilmente. Oggi i carrelli sono disponibili nei parcheggi, appena fuori l’entrata o appena dopo l’entrata dei negozi, insomma sono gli articoli che danno il benvenuto al cliente a cui è estremamente facile accedere e che incoraggiano i consumatori a spingerli per le corsie per riempirli.

Altra tecnica è quella di stuzzicare il senso estetico del cliente mettendo in bella vista i prodotti dai colori più vivaci ed invoglianti così che il consumatore entrando nel negozio o nel supermercato venga sorpreso da uno splash di tinte accese che gli favoriscono il buon umore e lo predispongano alla compera.

Però non sono solo i colori ad invogliare l’acquisto bensì anche i fiori e i prodotti di panetteria o pasticceria che con il loro profumo svegliano i sensi del consumatore e i suoi impulsi alla compera.

Tornando al settore dei supermercati, molto spesso le grandi catene tendo a mettere i prodotti basic ed essenziali nelle corsie più in fondo e trafilate in modo che il consumatore è costretto a girare tutto il negozio per raggiungere ciò che cerca e nel mentre è molto probabile che ponga nel carrello qualcosa che non era affatto segnato sulla lista della spesa ma che un impulso lo ha spinto a comprare.

Parando di tecnologie invece molti retailers, specie quelli impiegati nel campo della moda, invitano i clienti a fare il download della propria app pubblicizzando che aiuta a semplificare la compera. Un esempio è Zara. All’interno dei suoi negozi persino lo staff utilizza l’applicazione e la consiglia ai clienti quando si rivolgono per un consiglio o un aiuto. La verità è che l’applicazione aiuta l’acquirente ma propone anche molte opzioni di crosselling e matching items che invitano il consumatore a comprare altri due o tre articoli per ricreare l’outfit intero.

Per far fronte all’out-of-stock di taglie, colori o modelli, molti negozi hanno introdotto la pratica della spedizione gratuita a casa una volta che il prodotto ordinato arriva al retailer. Oltre alla spedizione gratuita molti offrono anche la possibilità di riportare un articolo al negozio e cambiarlo senza ulteriori spese.

Questi e molti altri sono quei “trucchi” che i retailer fisici utilizzano per aumentare le vendite. Anche se molti consumatori sono ben coscienti di tutto quello che abbiamo elencato, durante lo shopping queste strategie funzionano sempre senza che essi ci facciano troppo caso. Provare per credere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *