Ambiente di vendita

L’influenza dei Millennials sul retail

retail-intelligence-millennials

Il mercato contemporaneo del retail é caratterizzato da una velocitá elevata, infatti esso si adatta alla velocitá con cui la societá e la propria cultura cambiano. Perció é piú che normale che i player in questo settore vanno e vengono costantemente. Questo ambiente cosí frenetico é reso ancora piú caotico ed imprevedibile da quando i Millennials sono divenuti i consumatori chiave che tutti i retailer cercano di attrarre. Essi infatt hanno apportato moltissime modifche al modo di consumare a cui eravamo abituati in passato.

Questa nuova generazione é cresicuta nel pieno della rivoluzione digitale. Per loro, essere constantemente collegati é naturale tanto quanto mangiare e respirare, non vedrete mai un teenager che non abbia in mano uno smartphone. Questi dipositivi portatili sono diventati un’estensione della loro personalitá, gli permettono di raccontarsi, esprimersi, collegarsi, interagire e per ultimo, in tempi recenti, rendono possibili gli acquisti piú imporbabili in meno di due minuti senza dover nemmeno muoversi da dove si é.

I Millennials sono piú informati ed educati, grazie ai loro dispositivi riescono ad avere qualsiasi informazione desiderino in tempo reale, senza il minimo sforzo e soddisfare qualsiasi loro bisogno. La tecnologia é ció che gli permette di vivere una vita piú facile rispetto a quanto lo era solo cinque anni fa. Sono completamente assorbiti dall’uso dei dispositivi portatili e non potrebbero mai farne a meno, di conseguenza stanno distruggendo tutte le tradizionali strategie applicate dai retailer per ottenere un riscontro nel consumatore.

Tenendo tutto ció in considerazione, le compagnie che operano nel settore della distribuzione devono dare importanza a caratteristiche quali convenienza e flessibilitá. Per ottenere che i Millennials diventino degli assidui compratori é necessario fornirgli un’esperienza di compera interattiva per esempio tramite self-checkout kiosks, tecnologie digitali per il pagamento contactless e via mobile o perfino prendere in considerazione l’innovazione di Amazon Go.

In aggiunta, i Millennials cercano sempre di ottenere il miglior servizio al cliente possibile, che sappia essere professionale, accomodante, che capisca i loro bisogni e preferenze e di conseguenza posso fornirli con consigli adeguati rispetto all’acquisto. Tutto ció vale per l’esperienza online tanto quanto quella offline. Se il retailer dimostra interesse nei loro confronti otterrá in cambio la loro lealtá. Per rendere tutto ció possibile ed interagire correttamente con questo nuovo target, i punti vendita hanno bisogno di informazioni. Queste sono collezionabili grazie alla raccolta ed analisis di ció che chiamiamo customer data ovvero il BIG DATA che circonda il consumatore ed gli spazi commerciali. Si possono ottenere dati quali il punto vendita in cui un individuo ha fatto l’ultimo acquisto, il tempo che é rimasto in negozio, la motivazione della compera e molto altro ancora.

Un ulteriore vantaggio é dato dal fatto che i Millennials fanno un uso costante dei social networks, non solo per condivere le loro esperienze ma anche per interagire e conoscere cose nuove. Perció i brand possono prendere parte a questo processo ponendo enfasi ed importanza al cosí chiamato consumer-generated content quali foto, video, hashtag in grado di generare word of mouth e coinvolgere un’audience estremamente vasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *