Ambiente di vendita

Pagare via smartphone

retail-intelligence-mobiles

Il prossimo passo verso il futuro del retail é l’investimento nel pagamento contactless via smartphone. Infatti, circa il 65% dei 300 responsabili IT nella vendita al dettaglio che sono stati intervistati da Zynstra riguardo le prioritá in termini di investimenti futuri, ha dichiarato che la tecnologia dei pagamenti mobile é l’innovazione piú richiesta in tutta l’industria.

In aggiunta il 49% si dichiara interessato alla funzione self-checkout o simili innovazioni come la scansione della spesa da parte del consumatore presso casse automatiche (44%) e il nominatissimo click-and-collect (41%) ovvero comprare un articolo online ma ritirarlo in negozio. Al contrario ci sono molti altri sondaggi che affermano che l’utilizzo da parte dei consumatori dei dispositivi mobili come strumetno check-out sta scemando.

In realtá, tutte le nuove tecnologie sono importanti per il futuro dei retailers brick-and-mortar. La cosa davvero difficile é capire quale é la prioritá in termini di investimento di risorse e denaro.

Nonostante ció, molti dei manager intervistati (37%) si trova d’accordo sul fatto che le loro scelte sono influenzate dal riscontro dei consumatori e il 97% ha affermato che le esigenze teconologiche danno forma all’asset strategico dell’azienda. Inoltre, il 70% concorda che le innovazioni digitali potrebbero essere la risposta al loro bisogno di ridurre i costi operativi, accelerare l’apertura di nuovi negozi, sostenere nuove opportunitá di business e razionalizzare la gestione IT.

Questa necessitá di innovazione si é tradotta in un aumento dell’outsourcing IT e dei progetti in tutto il settore del retail degli utlimi anni. Non sorprende nemmeno scoprire che solo il 48% degli addetti alle vendite al dettaglio entusiasti circa il valore delle tecnologie hanno effettivamente dichiarato di avere le risorse adeguate, il sostegno e le infrastrutture necessarie per soddisfare le esigenze attuali.

Perció i rivenditori che vogliono investire nelle nuove tecnologie si trovano sempre piú spesso di fronte un conflitto di interessi. O hanno bisogno di investire le risorse all’interno in infrastrutture IT o, al contrario, fare affidamento su aziende esterne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *