Ambiente di vendita

Come trarre beneficio dalla concorrenza?

christian-stahl-313383-1

Quel colosso di H&M ha, infatti, recentemente annunciato che chiuderà molti negozi, ammettendo una crisi che pervade il mondo della vendita al dettaglio ormai da un paio di anni, e che ora sta ricadendo persino in realtà di successo, come il fast fashion.

Secondo un recente studio che ha esaminato i risultati delle vendite online e offline di quattro principali rivenditori internazionali di abbigliamento, (H&M, Topshop, Victoria’s Secret e Zara), si è scoperto che una sana competizione può aumentare il traffico pedonale.

Nello studio, il brand H&M ha rilevato elevati volumi di traffico pedonale in quasi tutte le città sotto test. Di conseguenza, l’apertura di nuovi negozi in prossimità significa beneficiare dell’inevitabile traffico crossover che avviene tra i rivenditori di uno stesso settore.

Sebbene sembri un controsenso, lo studio ha rivelato sue novità interessanti: l’apertura di un negozio vicino ad un altro dello stesso genere, potrebbe essere a vantaggio del concorrente stesso. E che in alcuni settori, come la moda, la settimana di vendita è più piatta del previsto: i consumatori tendono a fare shopping durante le pause nei giorni feriali, sempre e quando i negozi sono situati vicino agli uffici di lavoro.

In sostanza, aprire negozi in prossimità di venditori con merce simile porterà alla potenziale acquisizione di nuovi clienti, che visitano i concorrenti come parte di un’esperienza di vendita più ricreativa.

Senza dubbio, i negozi fisici stanno affrontando un periodo difficile a causa della natura mutevole del commercio al dettaglio, ma non è detta l’ultima parola. Infatti, i retailers che saranno in grado di ascoltare le esigenze dei loro clienti ed offrire loro un esperienza d’acquisto unica, non avranno nulla da temere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *