Ambiente di vendita

Leading in tech retail: ecco le aziende all’avanguardia

billetto-editorial-334686-unsplash

Parliamo spesso di omnicanalità, cioè della fusione fra online e offline: è ormai chiaro che le aziende che scommettono sull’innovazione digitale hanno decisamente più possibilità di sopravvivenza rispetto a quelle ancorate al passato.

La realtà aumentata è una di quelle scommesse vinte in partenza: da quando Snapchat l’ha introdotta, infatti, il mercato dell’augmented reality è arrivato a quotare milioni di euro, obbligando le aziende ad uniformarsi per non essere eclissate.

Dal lancio di ARKit di Apple, appena sei mesi fa, oltre 13 milioni di app di AR sono state scaricate dall’app store. Nel frattempo, Facebook sta lavorando per aggiungere funzionalità alla sua fotocamera. Perché? Non solo perché piace ed intrattiene gli utenti, ma per vantaggi reali: il 60% degli utenti sostiene che il suo uso o applicazione migliora esponenzialmente l’esperienza d’acquisto.

Con tutte le sue potenziali applicazioni sui social media ed e-commerce, non sorprende affatto che un quarto dei brand stiano attualmente cercando di capire come integrare l’AR nelle loro strategie di marketing.

Quali sono le aziende che stanno innovando in modo migliore?

  1. Arredamento

Ikea è stata una delle prime aziende a scommettere sulle App di realtà aumentata: ha collaborato con Apple per creare Ikea Place, un software che permette agli utenti di disporre virtualmente i mobili all’interno delle loro case, potendo scegliere facilmente colore, dimensioni e molto altro. Anche Lowe, con l’aiuto di un’App, ha trasformato la fotocamera dei propri utenti in un misuratore virtuale per le dimensioni di pavimenti, pareti e altro, rendendo più facile l’acquisto di mobili online.

  1. Abbigliamento

Aziende come TopShop e Uniqlo hanno portato la realtà aumentata in negozio, con lo scopo di migliorare l’esperienza d’acquisto del consumatore. Grazie a specchi dotati di AR, gli acquirenti possono cambiare i colori degli articoli che indossano o provare il look che preferiscono senza doversi cambiare.

  1. Accessori e calzature

È risaputo che i commercianti di scarpe online aumentano la fiducia dei clienti grazie a video e foto di prodotti presi da più angolazioni. Converse ha fatto un ulteriore passo avanti con l’app Sampler, che consente agli utenti di provare virtualmente le scarpe per vedere come le stanno ai piedi. Possono inoltre scattare una foto da condividere su Facebook o da inviare per messaggio ad amici.

  1. Customer experience

Seguendo l’esempio di Bic, brand come Burberry stanno usando l’AR per costruire una solida relazione con i suoi clienti. Il brand di lusso utilizza l‘ARKit di Apple per creare un’esperienza social per i propri fan. Gli utenti possono aggiungere speciali disegni, effetti e altro alle loro foto per la condivisione sui social media, proprio come i filtri disponibili su Snapchat e Instagram. L’app aiuta i clienti a rimanere in contatto con il brand ed a creare un lookbook virtuale, attingendo al fascino dell’alta moda.

  1. Beauty

I brand di cosmetica stanno godendo appieno dei benefici della realtà aumentata: Sephora e L’Oreal hanno scommesso su App che aiutano gli utenti a fare acquisti tramite gli smartphone. Queste, oltre ad aumentare la fedeltà dei clienti ed aumentare le vendite, hanno creato una esperienza molto gradita ai consumatori: c’è qualcosa di magico nel vedere il proprio volto cambiare davanti ai tuoi occhi grazie a mille tipi di make-up diversi, il tutto comodamente dal divano di casa.

Source: https://www.retaildive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *