Ambiente di vendita

Come creare la perfetta esperienza d’acquisto per i tuoi clienti?

rawpixel-com-274858-unsplash

Si prevede che, entro il 2022, le vendite al dettaglio online supereranno i 700 miliardi di euro, prospettando un futuro decisamente incerto i negozi fisici. In ogni caso, i retailer hanno ancora una carta da giocarsi, specialmente quando si tratta di branding e raccolta di informazioni sui clienti.

I negozi fisici non passeranno di moda facilmente, e questo perché rappresentano per i consumatori un posto dove poter vedere, toccare e sentire i prodotti cui sono interessati. È proprio questa la chiave di volta: i dettaglianti devono capire come sfruttare tali vantaggi in negozio per soddisfare i mutevoli desideri dei clienti.

Per rimanere in gioco, i retailer stanno cambiando i loro format di negozio per creare un viaggio esperienziale che attragga il consumatore e lo innamori, rendendolo fedele alla marca.

Ecco alcuni trend della tecnologia applicata al retail che i rivenditori possono utilizzare per creare un’esperienza unica per il consumatore.

  • Esperienza a 360°

Grazie alle tecnologie AR/VR e di riconoscimento facciale per aumentare l’esperienza, ai consumatori è consentito visualizzare i prodotti virtualmente prima di acquistarli.

Brand di abbigliamento come Timberland e Topshop hanno sperimentato, ad esempio, il camerino virtuale e L’Oréal ha recentemente acquistato una startup chiamata Modiface, che consente ai clienti di provare noti prodotti di bellezza tramite un’App per smartphone.

Il vantaggio principale dell’utilizzo di questi tipi di tecnologie emergenti è che consentono ai consumatori di essere autonomi, riducendo i costi operativi. Inoltre, queste soluzioni aiutano i consumatori a “creare il look”, cioè ad optare per un outfit completo, e non per un singolo prodotto, spendendo di più.

Le tecnologie emergenti stanno cambiando il comportamento umano, specialmente come viviamo e acquistiamo: le tecnologie AR e VR offrono ai consumatori l’opportunità di svolgere in maniera diversa un’azione corrente, e li introduce in un mondo virtuale dove la simulazione diventa realtà.

  • Scommettere sul negozio fisico..e viceversa

Sebbene lo shopping online prima sia preferito dalla maggior parte dei consumatori, un certo numero di giovani crede che il negozio fisico sia ancora comodo e vantaggioso perché permette loro di provare (e comprare) i prodotti in tempo reale.

Tuttavia, il concetto deve evolvere: ad esempio, non è più necessario avere quintali di stock in magazzino, ma è possibile trasformare il negozio in uno showroom, puntando su prodotti campione o sample di prova, per poi spedire direttamente a casa del cliente la merce acquistata.

  • Ascolta i tuoi clienti

La domanda da un milione di dollari per i retailers è sempre stata “Che cosa vogliono i miei clienti?”. Grazie alle tecnologie di Intelligenza Artificiale, i rivenditori possono prevedere in modo più semplice ed efficiente quali sono i bisogni dei consumatori.

L’implementazione di AI può aiutare a tracciare le tendenze dei desideri dei clienti creando un’analisi affidabile e reale.

Per creare una rapporto più forte con il cliente, i rivenditori devono trasformare lo shopping in un‘esperienza coinvolgente, perfetta e personalizzata. Dopotutto, l’unica costante nel commercio al dettaglio è il continuo cambiamento del comportamento dei consumatori e l’utilizzo delle nuove tecnologie è l’unico modo per tenere il passo.

https://martechtoday.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *