Interviste

Intervista a Julien Charre, Sales & Marketing Manager presso Le Chatelard 1802.

0

  • Buongiorno Julien! Onorati di fare la tua conoscenza. Potresti parlarci di Le Chatelard 1802, e del tuo ruolo in essa?

Sono il responsabile commerciale e marketing di Le Chatelard 1802, un’azienda a conduzione familiare creata dalla famiglia Montaud. Si tratta di una famiglia di agricoltori e produttori di lavanda e lavandino (un fiore ibrido che nasce dall’incrocio fra lavanda vera e spica, più resistente e capace di crescere a bassa altitudine) dal 1802.

Sébastien, Christophe e Benoît Montaud sono i tre fondatori dell‘impresa, oltre ad essere fratelli. Hanno iniziato vendendo sacchetti di lavanda per aiutare a distribuire la produzione familiare, e all’inizio del 2000, hanno deciso di creare Le Chatelard 1802.

Oggigiorno, vendiamo più di 800 tipi di articoli, che vanno dal sapone agli oli essenziali, passando per candele aromatiche, esfolianti, shampoo, gel doccia, ecc. La lavanda è l’ingrediente base dal quale vengono elaborati tutti i nostri prodotti.

  • La nascita di Chatelard risale al 1802. Quanto è stato importante lo storytelling aziendale per costruire un brand ed una identità di marca?

Abbiamo deciso di accostare l’immagine del brand alla nostra situazione geograficamente privilegiata: ci troviamo infatti nella regione di “Baronnies“. Si tratta di una valle con un microclima ed un terreno roccioso, calcareo, altimetrico e ricco di minerali, che possiede tutte le condizioni necessarie per coltivare lavanda di alta qualità. Produciamo la lavanda in modo tradizionale, anche se ci sono procedimenti che abbiamo meccanizzato. La nostra posizione ed il processo di produzione rappresentano il DNA del nostro brand.

  • Come fidelizzate i vostri clienti?

Fidelizziamo i consumatori grazie alla qualità del nostro prodotto, e attraverso il nostro servizio clienti. Sebbene la società continui a crescere, cerchiamo di mantenere lo spirito dell’azienda di famiglia tramite uno stretto rapporto con tutti i nostri dipendenti, clienti e fornitori.

  • Quali sono i canali di distribuzione utilizzati dal brand e in quanti paesi è operativo?

Attualmente, il nostro principale canale di distribuzione sono i negozi fisici. Abbiamo un totale di quindici negozi, sparsi principalmente nel sud-est della Francia, in Alsazia e Collioure. Abbiamo anche aperto alcuni negozi in Asia, principalmente a Taiwan, e collaboriamo con diversi distributori in Europa dell’Est.

Inoltre, vendiamo i nostri prodotti in negozi di affiliati e distributori multimarca in tutta la Francia, e stiamo lavorando su nuovi canali di distribuzione come, ad esempio, farmacie, hotel, duty free di aeroporti, etc.

  • Come immagini l’evoluzione dei vostri negozi fisici nel futuro?

Oggi come oggi, il nostro obiettivo è continuare ad aprire punti vendita in tutte le principali città della Francia. Punteremo tutto sull’immagine dello “spirito provenzale”, grazie al quale faremo scoprire ai clienti nuovi prodotti, portando un poco di Provenza all’interno delle loro case.

  • Che cosa pensi dell’auge della tecnologia e degli strumenti digitali al servizio del mondo del retail?

Attualmente, Le Chatelard 1802 è orientato verso una strategia puramente omnicanale. La cosa più importante è il livello di soddisfazione dei nostri clienti e che possano vivere un’esperienza di shopping soddisfacente.

L’obiettivo finale è rendere i nostri negozi completamente digitali, interattivi e dinamici. Ad esempio, attraverso l’interazione con video, grazie al quale i clienti possono iscriversi alla newsletter e avere i prodotti disponibili in qualsiasi momento, per avere una corretta esperienza di acquisto sia online o offline.

  • Secondo il tuo punto di vista, quali sono i principali vantaggi ottenuti dall’azienda grazie all”utilizzo delle soluzioni di Retail Intelligence di TC Group Solutions?

Gli strumenti TC Group Solutions ci consentono di quantificare il traffico esterno, il numero d’ingressi, di uscite e l’efficacia delle nostre campagne di merchandising nel punto vendita. L’obiettivo è sapere sempre cosa succede nei nostri negozi, per essere poi in grado di migliorare le nostre decisioni sulla base dei dati ottenuti. Per noi, questi strumenti sono molto utili, poiché ci permettono di misurare ogni azione commerciale ed avvicinarci al massimo delle aspettative del consumatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *