Ambiente di vendita

Tecnologia che fidelizza

paul-hanaoka-608788-unsplash

Oggigiorno, investire in tecnologia per il punto vendita è vitale per ogni retailer, e può cambiare in maniera decisiva le sorti di un intero business. La posta in gioco è alta. Molte delle previsioni infatti, ipotizzano che il 20% dei negozi fisici potrebbe chiudere nei prossimi cinque anni.

Infatti, è proprio grazie alla tecnologia che i retailer con negozi fisici possono tentare di avvicinarsi a quelli online, integrando i canali i modo da offrire una esperienza unica e personalizzata per ogni cliente. I consumatori continueranno a fare acquisti online, ma, se gli store fisici saranno in grado di stare al passo, potranno offrire loro esperienze uniche che faranno del negozio una realtà indispensabile e impossibile da cancellare.

La rivoluzione digitale sta allontanando finalmente i retailer da vecchi sistemi tradizionali e obsoleti, come CRM o ricerche manuali. L’obiettivo è di guidare il cliente attraverso un’esperienza integrata che sia rilevante e personalizzata.

  • Come tracciare il comportamento dei clienti?

Con oltre 2,7 miliardi di abbonamenti telefonici solo in Asia, la mobilità è il punto logico da cui iniziare. Con il cloud come piattaforma principale, i retailer utilizzano l’analisi mobile e Wi-Fi per tracciare un profilo del cliente definendo l’età, il sesso, i dati demografici e il tempo medio di permanenza etc.

Queste funzionalità, in particolare in mercati come Australia, Corea, Giappone e Cina, saranno spesso accompagnate da analisi video. Un buon sistema di riconoscimento facciale può interpretare i gesti e addirittura mostrare cosa stanno guardando i clienti, e permettere, ad esempio, di riempire gli scaffali in maniera intelligente, secondo i prodotti più richiesti.

Queste tecnologie possono aiutare le aziende a visualizzare il flusso pedonale all’interno dei negozi, identificare i punti caldi e prevedere le future entrate.

La stessa tecnologia -network, cloud, mobilità e analitica- può estendersi ed adattarsi ai centri commerciali, ai parcheggi, ai sistemi di trasporto etc.

Per i commercianti, è probabile che alcune delle implementazioni più immediate riguardino digital signage, sistemi di wayfinding, casse senza contanti, chioschi self-service e strutture per offrire un’esperienza utente integrata durante tutto il percorso di shopping.

Mentre la ricerca mostra la volontà dei clienti di fornire dettagli personali (entro limiti ragionevoli della privacy) purché ci sia un valore in cambio. Sarà fondamentale che i dati siano protetti a tutti i costi, non condivisi con terze parti e raccolti in modo aggregato che salvaguardi la privacy. Devono essere chiaramente visibili anche le opzioni di disattivazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *