Ambiente di vendita

Come aumentare l’interesse ed il coinvolgimento dei clienti?

joshua-rawson-harris-602330-unsplash

Dopo mesi di incertezze riguardo il suo futuro, tutto è oggi finalmente chiaro: il negozio fisico non scomparirà mai definitivamente ma, al contrario, resterà sempre indispensabile nel percorso di acquisto di un cliente.

Infatti, l’81% dei consumatori considera di non poter fare a meno del punto di vendita fisico: non si tratta solo di retaggio del passato, ma una questione di esperienza. Detto questo, i retailers devono utilizzare tutte le tecnologie possibili per rendere questo percorso unico, migliore e coinvolgente, ed aumentare di conseguenza le performance del proprio negozio.

Questo settore sta evolvendo molto velocemente, e molte delle tecnologie progettate per il punto vendita puntano alla personalizzazione dell’esperienza d’acquisto e pongono l’accento sull’importanza di bilanciare l’offline con l’online.

  • Bricks&Clicks

La fusione del negozio fisico con le piattaforme di shopping online è indispensabile per creare una strategia di vendita al dettaglio unica nel suo genere. La continua ricerca di nuovi modi per integrare le vendite online a quelle del negozio fisico è l’unica strada da percorrere per raggiungere l’omnicanalità: un negozio a 360°, capace di soddisfare perfino i desideri dei clienti più esigenti attraverso una strategia senza limiti, multicanale.

Il Click&Collect, ad esempio, permette ai clienti di ordinare un articolo online e poi ritirarlo in negozio, annullando tediose burocrazie o esagerati tempi d’attesa. I processi di restituzioni, cambi e resi sono stati resi più fluidi e meno complicati, agevolando, allo stesso tempo, la vita del consumatore e quella del retailer.

  • Intelligenza Artificiale

Grazie all’introduzione di nuove tecnologie per la visualizzazione dei prodotti, l’Intelligenza Artificiale ha offerto la possibilità ai rivenditori di interagire con i clienti durante i loro acquisti in negozio. I retailer con punti vendita fisici hanno capito l’importanza di integrare le vendite con l’aiuto di un negozio online, con il duplice obiettivo di aumentare gli ingressi e fornire una migliore esperienza in-store.

Molti brand incoraggiano i loro clienti a scattare foto ai prodotti desiderati mentre fanno il giro del negozio per caricarle poi su App personalizzate, e visualizzare sul loro dispositivo mobile tutti gli articoli simili o correlati presenti in negozio. In questo modo, hanno la possibilità di scegliere un prodotto basandosi sulla varietà, sul brand, sul prezzo o qualsiasi altra preferenza.

Questo metodo innovativo è ideale per dirigere le vendite su un determinato articolo e guidare i proprio consumatori verso un acquisto intelligente.

  • In-store tech 3.0

La tecnologia sta introducendo moltissimi trend inaspettati e davvero particolari: uno di questi è sicuramente rappresentato dagli specchi interattivi, che consentono agli acquirenti di confrontare differenti look senza neanche cambiarsi i vestiti. Questo è un tipo di tecnologia in grado di cambiare le abitudini dei consumatori: ha introdotto ed accentuato la tendenza allo webrooming, di cui parleremo in seguito.

Questo è solo uno dei risultati dell‘integrazione omnicanale e della presenza della tecnologia in-store: wi-fi aperto in negozio, sconti diretti sul smartphone e molto altro hanno portato il negozio fisico di nuovo in auge.

  • WebRooming VS ShowRooming

Secondo un sondaggio condotto negli Stati Uniti, il 69% delle persone svolge attività di webrooming (cercare i prodotti desiderati sulla piattaforma online prima di recarsi in un negozio fisico per una valutazione finale e l’acquisto), mentre un altro 46% svolge attività di showrooming (cercare un prodotto in negozio per poi comprarlo online da casa).

Quali sono i punti chiave per capire questa tendenza? Secondo un recente studio di Merchant Warehouse, effettuato su un campione di mille persone

  • Il 47% non vuole pagare le spedizioni
  • Il 23% non vuole aspettare i tempi di consegna
  • Il 46% preferisce andare al negozio per toccare e sentire il prodotto prima di acquistarlo
  • Il 36% vorrà sapere se il costo è simile a quello trovato online
  • Il 37% gradisce la possibilità di poter restituire il prodotto al negozio, se necessario

Ognuna di queste preziose informazioni può essere trasformata dai retailer in ottime opportunità di vendita, rafforzando anche il supporto online per offrire un’esperienza completa.

TC Group Solutions è da anni leader nel settore delle tecnologie per implementare le performance degli stabilimenti commerciali. Scegliere di dotare i punti vendita con le soluzione di Retail Intelligence è il solo modo per ottenere dati reali sui quali poter lavorare per potenziare l’efficienza commerciale. Solo conoscendo i dati, è possibile migliorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *