Ambiente di vendita

Heat maps o mappe di calore

13

Una mappa di calore è un tipo di rappresentazione grafica di dati (di solito, interazioni nel web), dove i valori sono espressi attraverso una gamma colori diversi.

Ad esempio, se misuriamo il numero di click di una pagina web o le aree dove passa più spesso il puntatore del mouse, otterremo una mappa di calore con determinate aree evidenziate da colori caldi, cioè quelle che più attirano l’attenzione dell’utente.

La sua rappresentazione è, di solito, la seguente:

  • Colori caldi: rossi, arancioni e gialli in zone di maggior interesse
  • Colori freddi: verdi, azzurri o blu per le zone con peggiori risultati

Generalmente, le heat maps richiedono un ampio campione di dati, ed il loro obiettivo principale è ottenere dati utili sul comportamento degli utenti sul nostro sito web. Questo mezzo di analisi consente dunque di valutare la visibilità di alcune aree del nostro sito, e quindi di migliorarle tramite un approccio personalizzato e progettato per l’utente.

La verità è che questo tipo di grafici non sono esattamente tipici dell’era digitale: la loro origine proviene da una tecnica chiamata eye-tracking, utilizzata in psicologia e marketing per rilevare dove riposa lo sguardo di un individuo quando guarda un’immagine o un testo.

Quali sono le tipologie esistenti?

È possibile identificare tre distinti gruppi di heat maps, in base al loro uso nel marketing digitale:

  • Click Map: rappresenta le aree in cui gli utenti fanno clic più volte. Di solito quelle più affidabili, poiché si basano su azioni concrete, non sul semplice passaggio del mouse sullo schermo.
  • Hover Map: sono i grafici che registrano i movimenti del mouse passo dopo passo, e quindi misurano le aree del web con più attività.
  • Scroll Map: utilizzati esclusivamente in pagine con scroll, sono in grado di rilevare i punti del sito web che ricevono più attenzione dal pubblico.

Qual è la loro funzione principale?

Come anticipato in precedenza, le mappe di calore o le heatmaps sono principalmente utilizzate nell’analisi dei dati web. Vediamo nel dettaglio quali sono i principali obiettivi di questo strumento grafico:

  • Conoscere gli spazi o gli elementi più visibili del nostro sito Web.
  • Misurare le aree più favorevoli sul nostro sito Web per inserire pubblicità.

Le mappe di calore nella vendita al dettaglio

Come abbiamo visto, i siti di e-commerce possono trarre un enorme vantaggio dalla possibilità di tracciare ogni mossa del browser, consentendo così al rivenditore di modificare continuamente il targeting in tempo reale.

Nel settore del retail fisico, le fotocamere dotate di software di mappatura del calore forniscono dati molto simili: nella sua versione base, utilizza le immagini delle telecamere di sicurezza per individuare le zone calde e fredde in un negozio.

Come per il web, le aree rosse indicano i punti in cui sono presenti molti clienti, mentre i punti verdi indicano un traffico pedonale inferiore. I retailer che decideranno di scommettere sulle nuove tecnologie incorporando beacon, sensori a soffitto, contapersone etc., avranno accesso a mappe di calore sempre più dettagliate.

Capire dove i consumatori preferiscono passare velocemente e dove invece si trattengono, fornisce dati reali al merchandising in-store: le zone fredde possono indicare problemi nel flusso del traffico pedonale, e, di conseguenza ispirare modifiche nella disposizione e nel layout del negozio. Inoltre, con questo modulo sarà possibile analizzare:

  • Quali sono le principali zone affollate all’interno del punto vendita e in che fasce orarie.
  • Quanti clienti potenziali sono passati davanti alle promozioni speciali sugli scaffali, espositori e/o stands pop-up e a che ora.
  • Che percentuale di loro ha acquistato qualcuno dei prodotti pubblicizzati (Rapporto di Conversione del Cliente, CCR).
  • L’efficacia delle campagne pubblicitarie all’interno del punto.

TC Group Solutions offre soluzioni personalizzate anche per quanto riguarda le mappe di calore: molto utilizzati nei negozi di ampia superficie, questi strumenti sono costituiti da un sensore di movimento installato nelle aree che da analizzare all’interno di un punto vendita.

Che cosa aspetti a richiedere la tua DEMO gratuita? Clicca qui !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *