Ambiente di vendita

Con la tecnologia, cambiano le priorità

rawpixel-740327-unsplash

Sta per cominciare la stagione dell’anno in cui si vende di più: il periodo delle feste natalizie. Quest’anno però, alcuni commercianti hanno un obiettivo differente rispetto agli altri anni: vogliono che i loro clienti abbandonino i loro negozi il più in fretta possibile.

Quest’ultima settimana, i giganti Kohl’s, Walmart e Target hanno introdotto per la prima volta degli strumenti per il mobile checkout, la famosa opzione per pagare attraverso tutti dispositivi mobili. Inoltre, quasi tutte queste grandi catene di retail stanno implementando i propri store, poco a poco, con strumenti digitali per aiutare i clienti in diversi modi: muoversi velocemente nei corridoi, individuare rapidamente gli articoli desiderati, sapere dove trovare ciò che cercano o spedire i prodotti direttamente a casa loro.

Grazie alle informazioni fornite dalla tecnologia in-store, i rivenditori si stanno allontanando da una vecchia forma di pensare, secondo la quale se i clienti trascorrono più tempo nei negozi, di conseguenza, spendono più denaro.

Al contrario, adesso si punta a rendere il negozio il più efficiente possibile.

Infatti, se il cliente impiega solo pochi minuti a ritirare un articolo a basso prezzo, non è da considerarsi una cosa negativa: l’idea è quella di costruire una loyalty al brand, che faciliti le transazioni e raddoppi la ripetizione delle visite.

Questo perché si cerca di costruire un’esperienza attraverso la convenienza. Come? Riducendo il tempo speso ad aspettare in cassa, offrendo ai clienti la possibilità di comprare online per poi ritirare in negozio (o viceversa), o aggiungendo strumenti digitali affinché l’esperienza online e quella offline siano sempre più vicine e complementari.

Di conseguenza, le visite più brevi e con un budget ridotto non rappresentano più un problema per i grandi rivenditori, che un tempo prosperavano mantenendo un cliente in negozio il più a lungo possibile.

Giovedì, Target ha completato il check-out mobile assistito dai dipendenti: con un nuovo servizio di convenienza “salta la fila”, i dipendenti equipaggiati con dispositivi mobili verranno impiegati nelle zone più trafficate dei negozi per aiutare i clienti a sistemarsi senza dover effettuare il check-out. Inoltre, Target offre già ai clienti il ritiro a domicilio e in negozio.

Target, tuttavia, sta lavorando per utilizzare i suoi negozi per servire a un duplice scopo, provvedendo in modo diverso ai clienti che hanno bisogno di entrare e uscire in pochi minuti e quelli che hanno il tempo di rilassarsi e consultare l’inventario.

Tra i piani presi in considerazione per i futuri progetti di negozi ci sono due ingressi diversi: un ingresso di “ispirazione” rivolto a coloro che vogliono trascorrere del tempo presso il negozio e un’entrata di comodità aggiuntiva progettata per servire i clienti che sono di fretta. È il concept dietro il negozio “next generation” di Target, e sta influenzando i piani di ridisegno di 600 negozi entro il 2019.

TC Group Solutions offre soluzioni intelligenti per negozi fisici, personalizzabili in base alle esigenze di ogni cliente ed orientati ad aumentare non solo vendite e fatturato, ma anche al miglioramento dell’esperienza del cliente.

Source: drapers.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *