Ambiente di vendita

5 ragioni per cui il negozio fisico non scomparirà mai

thierry-van-biesen-1116688-unsplash

Sebbene studi e statistiche confermino l’enorme successo dell’e-commerce rispetto alla vendita al dettaglio, ci sono altrettante ragioni per pensare che i negozi fisici non scompariranno facilmente.

Si tratta di una realtà: oggigiorno, tutti compriamo online e sicuramente abbiamo compiuto il nostro ultimo acquisto pochi giorni fa. Non per questo però, abbiamo smesso di comprare nel negozio fisico. Perché? E per quale motivo il negozio online non riuscirà mai a sostituirlo definitivamente?

In questo articolo, illustriamo le 5 ragioni principali per cui il punto vendita non scomparirà, nonostante l’evoluzione delle abitudini dei consumatori.

Il tocco umano è insostituibile

Sebbene il commercio online abbia vantaggi molto positivi, è ancora lontano dall’eguagliare il servizio clienti offerto da un negozio fisico. Si tratta di un fattore rilevante per il consumatore, sempre in cerca di un trattamento personalizzato e del parere di un esperto che conosca le sue esigenze.

E, infatti, questo è uno dei principali motivi per il quale moltissimo giganti del commercio online aprono negozi fisici: hanno capito che, se vogliono sopravvivere nel tempo, devono ascoltare i bisogni e le necessità dei propri clienti ed offrire loro qualcosa che il negozio online non offre.

Marketing sensoriale: vedere e toccare il prodotto

È probabilmente il fattore che più differenzia il negozio fisico da quello online, ma anche il suo punto di forza: vedere, toccare e testare il prodotto prima di effettuare l’acquisto è un bisogno primordiale, una caratteristica che non cambierà mai.

In un negozio online sarà più facile paragonare prezzi e qualità, e si disporrà di una scelta più ampia, ma tutto questo non potrà mai rimpiazzare l’esperienza fisica: toccare e sentire sotto le mani un prodotto che ti appartiene (hai presente come lavora Apple?)

Il negozio fisico: un contenitore di esperienze

Gli spazi commerciali si stanno progressivamente trasformando in luoghi in cui non solo è possibile comprare un prodotto, ma dove si scoprono cose nuove, si impara e ci si diverte. In breve, l’esperienza di acquisto del cliente è migliorata. Infatti, offrire una buona esperienza è fondamentale per la fidelizzare gli acquirenti. Inoltre, è un’ottima occasione per differenziarsi dal negozio online.

Impulse purchasing: gli acquisti impulsivi

I negozi fanno parte delle nostre abitudini giornaliere: ogni giorno, passeggiando per andare al lavoro o in palestra, passiamo davanti ad una qualche vetrina. Ogni giorno, senza renderci conto, riceviamo impulsi costanti, che, sommati all’immediatezza rappresentata dal prendere in mano il prodotto, rappresentano un incentivo per il consumo nei negozi fisici e continuano a essere un fattore trainante per gli acquisti.

Omnicanalità: convergenza tra il mondo fisico e online

L‘omnicanalità consente di unire le parti migliori tra commercio fisico e online, unendo tutti i canali in un’esperienza “phygital” e consentendo di ottimizzare i risultati. Non si tratta di annullarsi a vicenda o superarsi, ma piuttosto di creare una complementarietà tra i due canali di distribuzione.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui la fine annunciata del retail fisico è ancora molto lontana.

TC Group Solutions fornisce ai retailer gli strumenti necessari per ottimizzare i loro punti vendita grazie alla raccolta dati, e all’individuazione di KPI specifici per ogni tipo di attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *