Ambiente di vendita

La comunicazione di un negozio

michael-baron-472374-unsplashLe vetrine sono molto importanti: possono persuaderci ad entrare in un determinato negozio, comunicare emozioni e convincerci a comprare qualcosa di impulso. Di conseguenza, l‘allestimento di scaffali ed il layout delle vetrine di un negozio hanno un ruolo molto importante riguardo la capacità di attirare il cliente all’interno del negozio ed indurlo ad acquistare.

La comunicazione silenziosa

Nel marketing, molto spesso si parla del visual merchandising come un venditore silenzioso: si fa riferimento alla capacità di questa tecnica di attrarre compratori attraverso un’immagine ed di offrire al cliente, in qualche modo, la possibilità di scegliere fra una serie di prodotti simili, correlati o complementari, moltiplicando, di conseguenza, le possibilità di vendita. L’obiettivo principale è stimolare l’interesse del cliente affinché egli interagisca con il prodotto: questo è il primo passo per la generazione di una vendita.

Quante, delle persone che entrano nel tuo negozio, finiscono per comprare qualcosa?

Una buona vetrina ha dunque la capacità di convertire le visite dei potenziali clienti in vendite. Ma, per conoscerne la reale efficacia, è necessario misurare il grado di attrazione del layout del nostro negozio ed accedere a dati che possono rivelarci il numero dei clienti che entrano in negozio, quanti passano davanti alla nostra vetrina, o quanti finiscono per fare un acquisto.

In & Out Branding

La vetrina è parte integrante del sistema di visual merchandising di un punto vendita e contribuisce in maniera rilevante alla sua immagine di marca. Quest’immagine si crea prima dall’esterno (appunto, attraverso le insegne, la grafica e le vetrine) e poi dall’interno: attraverso il layout del punto vendita, prodotti, i punti caldi e di animazione commerciale etc.

Quali sono i punti strategici del tuo negozio?

Oltre ai sistemi di conteggio del traffico pedonale in strada ed ai contapersone in-store, esistono tecnologie, già ampiamente utilizzati nei grandi magazzini, che analizzano le zone calde del negozio attraverso sensori di movimento installati per conoscere il comportamento del cliente all’interno del negozio. Con questi dispositivi, è possibile analizzare:

  • Le aree del negozio più transitate, per fasce orarie
  • Quante persone sono passate davanti la vetrina ed a che ora
  • Quanti hanno acquistato i prodotti in promozione e misurare l’efficacia della campagna

Grazie a questi KPI, oltre che a conoscere i dati sull’efficacia dei punti caldi del nostro negozio, sarà possibile calcolare in precedenza la quantità di stock necessaria di un determinato prodotto, in quanto tempo terminerà ed a quanto ammonterà il profitto delle vendite.

Il tasso di conversione

Per sapere il numero esatto quante delle persone che ti hanno visitato sono diventate clienti, è necessario incrociare due dati: il numero di persone che sono entrate nel negozio per il numero di scontrini effettuati, in questo da ottenere il rapporto di conversione.

Grazie ai risultati del tasso di conversione, è possibile sapere anche qual è il livello di attrazione che genera un prodotto (qualità, prezzo, originalità, ecc.), servizio al cliente e capacità di vendita dello staff etc.

Ottenere e gestire questi importanti dati è fondamentale per avere successo nel retail moderno: per questo motivo, TC Group ha creato uno strumento completo per ogni tipo di punto vendita. TC Analytics è una dashboard integrale per il controllo e la gestione di uno o più negozi, che permette analizzare tutti i criteri sul comportamento del cliente ottenuti dai diversi moduli hardware istallati nei punti vendita, e di compararli con le variabili interne di ogni negozio (stock, spazio, prezzi, offerte speciali, staff e vendite).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *