Ambiente di vendita

Omnichannel: la vera sfida per i retailer

clint-adair-68588-unsplash

Oggigiorno, la parola omnicanalità è un termine molto popolare nel settore del retail. Molti proprietari di negozi prestano il massimo dell’attenzione ed investono nello sviluppo di una connessione tra i loro negozi fisici e digitali, mentre molti online pure player entrano nel mondo dei #negozi fisici per avvicinarsi e rispondere ai desideri dei loro clienti. La realtà è che l’ascesa dell’omnicanale ha molto a che fare con l’esperienza durante il processo d’acquisto, e poco con le tecnologie in-store.

Oggi ciò che conta nella vendita al dettaglio è l’esperienza di acquisto che viene offerta al cliente. Questa esperienza di acquisto deve essere fluida e uniforme, senza crepe tra le diverse piattaforme e mantenendo sempre lo stesso servizio di qualità.

Differenza tra Omni-Channel e Multichannel

Multicanalità è l’esistenza di diversi canali, fisici e digitali, con cui i consumatori interagiscono, ma che non hanno una soluzione di continuità fra loro. Il concetto di omnicanalità, al contrario, consente l’integrazione di tutti questi canali, facendo sì che i consumatori ne facciano uso senza frizione.

Essere omnicanale significa fare un passo più in là rispetto ad una semplice strategia multicanale.

Mentre quest’ultimo si serve di entrambi i canali, offline e online, che però non sono in relazione fra di loro, ma si comportano come canali indipendenti, un astrategia omnicanale non separa i due mondi, con l’obiettivo di soddisfare la domanda del consumatore.

Esperienza di shopping omnicanale

Per ottenere una buona esperienza di acquisto omnichannel, è necessario trasformare il concetto di vendita al dettaglio come lo conosciamo da sempre e portarlo al di là del suo ruolo convenzionale. Il comportamento dei consumatori e i modelli di acquisto influenzano le nuove strategie di vendita al dettaglio. L’uso di diversi canali di vendita dipende dal contesto e dal profilo di ciascun cliente.

Inoltre, omnicanale non è solo un modo per facilitare e adattare il processo di acquisto; è anche un modo per comunicare con clienti e potenziali clienti. Alcune linee guida per l’implementazione della strategia omnicanale sono:

  • Stessa immagine/messaggio/prezzo su tutti i canali.
  • Avere un negozio online intuitivo e aggiornato con le ultime novità nei punti vendita.
  • Crea le stesse campagne e promozioni nei diversi canali.
  • I prodotti devono poter essere acquistati attraverso tutti i canali di vendita.
  • Consentire la raccolta degli ordini del negozio online.
  • Adattare e facilitare i metodi di pagamento su tutti i canali

Esistono diversi formati di negozio con cui adattarsi alle esigenze del cliente e rispondere nel modo più pertinente possibile. Il punto vendita può avere un formato convenzionale, essere uno showroom, un centro servizi o un punto di raccolta per ordini e acquisti effettuati online, ecc.

Una volta implementata una strategia omnichannel, come viene misurato l’impatto sul canale fisico?

Misurare i principali KPI nel settore retail e adattare la strategia in base al comportamento del cliente consente un’ottimizzazione dei punti vendita. I rivenditori hanno bisogno di conoscere quello che succede nelle loro attività in ogni momento, di essere flessibili per rispondere immediatamente alle esigenze dei loro clienti e di unificare i loro canali di vendita.

Misurare l’efficienza commerciale anziché le vendite per adattare la strategia e riconoscere il potenziale di ogni punto vendita è essenziale per adattare la strategia aziendale. Per questo motivo, l’utilizzo di sistemi di conteggio consente di misurare gli indicatori commerciali per analizzare azioni, campagne e promozioni e la loro efficienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *