Ambiente di vendita

Perchè aprire un pop-up store?

goran-ivos-2KBGaj7Qzxg-unsplash

I negozi pop-up sono una buona opzione per aggiungere prestigio all’immagine di marca ed attirare l’interesse dei consumatori. Infatti, la vendita non è l’obiettivo principale di un “negozio effimero”: principalmente, si tratta di dare a conoscere ai potenziali clienti il brand o determinati prodotti. In seguito, finalizzare l’acquisto in un altro canale, un altro punto vendita o sul sito Web.

I retailer usano questi spazi per creare interesse sul loro marchio e prodotti. Brand come Nike, Ikea, Guess e Amazon hanno aperto dei pop-up store per godere dei tanti vantaggi che offrono. Ma, calcolando i risultati, varrà davvero la pena invertire in questi spazi? Come valutare se queste tipologie di negozi sono efficaci?

  • Ragioni per aprire un pop up store

I motivi principali per aprire un pop-up store sono legati alla promozione del brand ed a quella di nuovi prodotti o di offerte esclusive. Inoltre, questi spazi possono attrarre potenziali clienti ed essere un mezzo diretto per pubblicizzare o condurre campagne specifiche di marketing.

I negozi pop-up attraggono i pedoni che non necessariamente hanno l’intenzione di fare acquisti, ma che finiscono per scoprire nuovi prodotti che suscitano e stimolano il loro interesse. I rischi associati all’apertura non sono generalmente elevati come quelli di un normale negozio permanente, in quanto il concetto è generalmente più semplice e i costi più prevedibili e contenuti. L’impatto di questi negozietti va oltre la vendita, perché possono generare lead, portando il consumatore online e fomentando le vendite multicanale.

  • Un negozio multicanale

I pop-up sono, in genere, una maniera per avvicinarsi al mondo del retail fisico per quei rivenditori nati online, e godere dei vantaggi del brick&mortar. Inoltre, consente di testare l’apertura di punti vendita, contribuendo nel contempo, a generare più traffico sul web.

In ogni caso, il maggior numero delle vendite al dettaglio si svolge ancora nel negozio fisico. I brand devono quindi sfruttare le opportunità che offrono questi spazi, che non solo generano vendite, ma servono anche come strumento di fidelizzazione e come un’opportunità per migliorare la visibilità del brand senza la necessità di grandi investimenti.

  • Il gioco vale la candela?

Una dei punti forti dei pop-up store è la sua posizione, probabilmente il più importante. Pertanto, è necessario analizzare l’afflusso di pedoni in uno specifico luogo per sapere dove è più redditizio aprire un negozio effimero ed avere un buon livello di visibilità.

In sostanza, i negozi pop-up possono trasformarsi in un ottimo strumento per aumentare le vendite o le visite in negozio (fisico e online). Ma, per valutare la sua redditività, è necessario analizzare i dati e le abitudini dei nostri clienti: entrate, uscite, tasso di ripetizione, totale vendite, livello di attrazione, scontrino medio etc.. Solo con queste informazioni sarà possibile sapere il vero valore di un pop-up store.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *