Ambiente di vendita

Il Black Friday nel retail

black-friday-retail-intelligence

Il Black Friday ormai verrá soppiantato dall’evento creato da Amazon dedicato alla spedizione Prime. Il numero di ordini durante questa gioranta é aumento del 60% rispetto l’anno passato. Per di piú il sondaggio fatto da JDA Software Group annuncia che il 73% degli intervistati preferisce ovvaire al caos dello shopping sotto il periodo natalizio preferendo appunto giornate puntuali dedicate a grandi sconti e la convenienza dello shopping online durante tutto l’anno.

L’influenza del Black Friday sta scemando perché i consumatori preferiscono avere offerte piú personalizzate durante il corso dell’anno, online cosí come nei negozi fisici. L’anno scorso il Black Friday si é prolungato per tutto il weekend successivo al giorno del ringraziamento mentre quest’anno i discounts collegati a questa giornata sono in realtá iniziati quasi il giorno di Halloween. L’impresa RetailNext anticipa che il 29 di Novembre ovvero il martedi successivo al weekend del Thanksgiving sará il piú basso ripetto a traffico dei consumatori nei negozi e compere online mentre il picco di visitatori e acquisti digitali si avrá il 17 di Dicembre.

Il fatto che il Black Friday si é trasformato da una giornata ad un evento stagionale é uno dei trend che i retailers devono tenere da conto pianificando la stagione delle vendite natalizie ma non solo questo. Ci sono molte altre tendenze che stanno influenzando l’industria della vendita al dettaglio sono diverse. Ad esempio, l’ uso sempre piú frequente dei telefoni cellulari per effettuare acquisti. Il rapporto di Adobe riguardante le previsione delle vendite del 2016 valuta che il digital shopping sullo smartphone surclasserá le compere da PC con un margine che potrebbe variare dal 47% al 53%.

Nonostante l’importanza che stanno acquisendo tutti i dispositivi portatili e l’e-commerce in generale, l’inchiesta redatta da Citi Retail Service rivela che il 52% dei regali natalizi verranno acquistati i negozi brick-and-mortar ed il 95% dei consumatori comprerá almeno un regalo da un punto vendita fisico.

Ma é possibile capire l’efficacia o al contrario l’inutilitá di certe azioni o strategie portate avanti durante la stagione dello shopping festivo? Assolutamente sí. I retailers al giorno d’oggi posso avvalersi di tutte la strumentazione Retail Intelligence necessaria a raccogliere, trattare ed analizzare il Big Data per ottenere informazioni importanti rigurdanti l’andamento del negozio e il comportamento dei consumatori. Inoltre, l’applicazione TC Analytitcs fornisce un’interfaccia che permette di analizzare e confrontare i dati in unico dispaly in modo tale da poter relazionare i risultati della gestione a seconda del periodo, della posizione, e molto altro. Ció fornisce un importante supporto per i retailers perché possono accrogersi in modo immediato se alcuni indicatori di prestazione non sono in linea con ció che ci si aspettava o piú bassi rispetto alla media, e perció procedere nell’aggiustare le strategie in modo repentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *