Ambiente di vendita

Snapchat: una opportunitá per il retail?

Snapchat é il nuovo e sempre piú usato social netwrok su cui si sono posati gli occhi di tutti specialmente nel settore della vendita al dettaglio perché il suo straordinario successo ha portato i players di questo settore a domandarsi come é possibile sfruttare economicamente questa piattaforma sociale e se davvere puó essere fonte di audience. La risposta é alquanto semplice ed é decisamente affermativa. Snapchat oggigiorno ha piú di 100 milioni di utenti che sono in continua crescita. Infatti, questa applicazione si é attestata il titolo di piattaforma con la piú veloce crescita potenziale tra tutti i socials contemporanei. In soli 5 mesi, da maggio ad ottobre 2015, ha raggiunto 6 bilioni di visualizzazioni dei video e, secondo Ipsos MMI, é diventato il secondo social network piú usato dopo Facebook.

Parlando delle sue funzioni, Snapchat é un’applicazione di messaggistica istantanea che permette di inviare testi, foto e video visualizzabili in un tempo massimo di 10 secondi. La caratteristica che probabilmente l’ha reso famoso é il fatto che i contenuti vengono automaticamente eliminati successivamente alla visualizzazione. Inoltre, non solo Snapchat dispone del classico servizio “chat” ma permette la creazione di una sotira personale formata da piú video o foto raccolte in sequenza in una sorta di album. Questa é la funzione che maggiormente interessa i retailer perché é uno strumento estremamente efficace nella trasmissione di storytelling e del lifestyle del marchio.

Nonostante ció, sono poche le compagnie che stanno effettivamente traendo vantaggio da questa piattaforma e di seguito ci sono alcuni interessanti esempi da imitare.
Per primo Burberry che quest’anno ha utilizzato Snapchat per svelare il behind the scene di un servizio fotografico creato in collaborazione con il famoso fotografo Mario Testino. Questa attivitá ebbe un enorme successo nella community di Burberry e tra i fan del brand inglese, incrementando esponenzialmente la sua visibilitá.
Un altro esempio é Rebecca Minkoff che nel 2013 intraprese una campagna di marketing digital utilizzando Snapchat come host. Essa consiste nel mostrare gli outfit che avrebbereo sfilato in passerella pochi minuti prima che lo show iniziasse.
Per ultimo, va citato H&M che nel 2014 in Polonia realizzó una sorta di caccia al tesoro tramite Snapchat. Il premio erano alcuni biglietti per partecipare all’evento Bolier Room che il gigante svedese sponsorizzava. Per arrivare al premio che era nascosto all’interno di uno dei punti vendita, i partecipanti dovevano seguire gli indizi che venivano forniti mano a mano dal brand su Snapchat. Questa fu la prima volta che Snapchat venne utilizzato in collegamento con il punto vendita fisico on l’idea si creare un gioco sociale e fomentare l’interazione online per poi guidare il consumatore al negozio.

Infatti, un ultimo modo di utilizzare Snapchat per un retailer é il fatto di fornire offerte temporanee che é possibile sfruttare solo all’interno del negozio. Perció questa nuova simpatica applicazione puó divenire una grande alleata nella fidelizzazione del cliente e nell’acquisizione di un nuovo pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *